Consegna dei documenti da parte della Banca

Il cliente ha diritto di ottenere dalla propria banca la consegna di copia della documentazione relativa alle operazioni dell’ultimo decennio e ciò – si badi bene – a prescindere dall’utilizzo che di detta documentazione il cliente intende fare.

Peraltro, non necessariamente la richiesta dei documenti deve essere finalizzata a far valere diritti inerenti il rapporto con l’istituto di credito: essa, infatti, potrebbe servire ad esempio per far emergere un illecito da parte di un soggetto terzo o anche di un dipendente della banca.

La giurisprudenza ha chiarito al riguardo che il diritto alla consegna dei documenti è un diritto sostanziale la cui tutela è riconosciuta come situazione giuridica finale e non strumentale.

Investitore esperto: quali responsabilità per la banca?

La presenza di un investitore esperto non esime la banca da responsabilità laddove abbia omesso di informare adeguatamente il cliente sulle operazioni finanziarie da autorizzare.

Anche ove vi sia una certa propensione al rischio del cliente, dunque, quando si è in presenza di operazioni inadeguate rimane l’onere in capo alla banca di dare specifica autonoma informazione al proprio cliente.

L’obbligo primario della Banca di fornire la piena informazione attiva circa natura, rendimenti e ogni altra caratteristica dei titoli, non potendosi affatto presumere che l’investitore possa cogliere tutte le implicazioni di un dato investimento per il solo fatto che in passato questi abbia già acquistato azioni o titoli a rischio elevato.