Impugnabilità del preavviso di fermo dei veicolo

E’ ormai pacifico, a seguito di importanti sentenze, che anche il provvedimento di preavviso di fermo amministrativo può essere impugnato. Del resto, il preavviso di fermo rappresenta l’unico atto di una sequenza procedimentale – che prevede nell’ordine l’ emanazione del provvedimento di fermo, il preavviso e l’iscrizione del provvedimento emanato, – mediante il quale il contribuente viene a conoscenza dell’esistenza, nei suoi confronti, di una procedura di fermo amministrativo del veicolo: esso, dunque, assicura mediante una pronta conoscibilità del provvedimento, un’ampia tutela del contribuente destinatario.

L’individuazione del Giudice competente a decidere sul preavviso di fermo dipende dalla natura del debito. Qualora si tratti di un debito di natura tributaria il preavviso deve essere impugnato innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale competente per territorio che sarà chiamata, eventualmente, a pronunciarsi anche in ordine ai tributi a garanzia dei quali viene operato il fermo. Per contro, qualora si tratti di debito fondato su un diverso titolo, il destinatario del provvedimento potrà agire innanzi al giudice ordinario.